Con quale frequenza fare un test dell’udito?

Hai notato che il tuo udito è cambiato ma non hai ancora fatto nulla al riguardo? Molte persone si sottopongono periodicamente a check-up medici nell’ambito delle normali cure sanitarie. Tuttavia, non tutti prestano sufficiente attenzione all’udito. L’ipoacusia, se trascurata, può avere un impatto molto negativo sulla qualità della tua vita. Per tutti, e in particolare per i 466 milioni di individui  con ipoacusia nel mondo, prendersi cura dell’udito dovrebbe essere importante quanto prendersi cura del resto della propria salute. Questa cura deve iniziare con un test dell’udito eseguito da un audioprotesista.

Molte persone scelgono di sottoporsi a un test dell’udito solo quando sospettano di avere dei problemi. Tuttavia, così facendo le possibilità di un trattamento efficace potrebbero essere più limitate. Test dell’udito regolari assicureranno che eventuali problemi di salute uditiva vengano rilevati tempestivamente.

Quando sottoporsi a un test dell’udito

La frequenza di un test dell’udito dipende in gran parte dalla tua età e da eventuali cambiamenti o problemi che puoi avere avvertito negli ultimi tempi.

  • Bambini: per i bambini, lo screening neonatale dell’udito è fondamentale, così come regolari controlli dell’udito durante l’infanzia.
  • Adulti sani: in genere si consiglia agli adulti di età compresa tra 18 e 50 anni di sottoporsi a un test dell’udito ogni 3-5 anni. Tuttavia, se durante questo periodo si verifica un cambiamento nell’udito o se la famiglia, gli amici o i colleghi di lavoro iniziano a fare commenti sul tuo udito, sarebbe bene sottoporsi a un test dell’udito non appena possibile.
  • Portatori di apparecchi acustici: se indossi già degli apparecchi acustici, l’appuntamento annuale dall’audioprotesista dovrebbe far parte delle normali cure sanitarie. L’udito può continuare a cambiare nel tempo e gli apparecchi acustici devono essere opportunamente programmati affinché possano darti il massimo beneficio possibile. È quindi importante sottoporsi a un test dell’udito almeno una volta all’anno.
  • Adulti over-60: a questa età, l’ipoacusia correlata all’età (presbiacusia) è relativamente comune. Invecchiando, il danno cumulativo alle cellule ciliate dell’orecchio interno aumenta e ciò incide sulla capacità di percepire i suoni alle frequenze più elevate. Se hai più di 60 anni, è buona norma fare un test dell’udito almeno una volta all’anno, indipendentemente dalla presenza o meno di sintomi.
  • Persone esposte a forti rumori: l’ipoacusia indotta dal rumore è relativamente comune e può interessare chiunque a qualsiasi età. Se sei regolarmente esposto a forti rumori hai un rischio maggiore di danneggiare l’udito in modo permanente. Se lavori in ambienti rumorosi, svolgi regolarmente attività rumorose come andare in moto, assistere a concerti, indossare cuffie o auricolari per lunghi periodi di tempo o ascoltare musica ad alto volume, oppure se ti capita spesso di essere esposto a rumori improvvisi e molto intensi, come accade ad esempio ai membri delle forze armate o delle forze dell’ordine, è necessario sottoporsi a un test dell’udito una volta all’anno.

 

Perché fare un test dell’udito?

Sottoporsi periodicamente a un test dell’udito è fondamentale durante l’età adulta, soprattutto dopo i 50 anni. L’ipoacusia può essere graduale e non sempre la persona affetta riesce a rendersene conto. La prevenzione e la programmazione di visite regolari per il controllo dell’udito con un audioprotesista ti aiuterà a risolvere rapidamente eventuali problemi di udito.

Esistono numerosi motivi per cui è necessario occuparsi della salute uditiva e sottoporsi a regolari test dell’udito. Per esempio:

  • L’ipoacusia può essere un primo segnale di allarme per altri problemi di salute, come il diabete e le malattie cardiovascolari
  • Se non viene affrontata, l’ipoacusia può aumentare il rischio di sviluppare demenza
  • Se non viene affrontata, l’ipoacusia può portare all’isolamento sociale e alla depressione
  • La probabilità di cadute aumenta in caso di ipoacusia non trattata
  • Il trattamento dell’ipoacusia con apparecchi acustici è raccomandato per ridurre il rischio di declino cognitivo

I segni che indicano la necessità di un test dell’udito

A volte può essere difficile accorgersi che il proprio udito è cambiato, soprattutto se questo deterioramento si è verificato gradualmente nel tempo. Dovresti sottoporti a un test dell’udito se noti uno dei seguenti sintomi:

  • Devi alzare il volume della TV
  • Hai problemi a comprendere il linguaggio parlato e a seguire le conversazioni
  • Chiedi spesso alle persone di ripetere ciò che hanno detto
  • Ti senti affaticato dopo una conversazione
  • Non senti il telefono, il campanello della porta o la sveglia

Se hai provato una queste situazioni, una valutazione dell’udito ti sarà sicuramente utile.

I passi successivi

Se noti un cambiamento nell’udito o è passato un po’ troppo tempo dall’ultimo test dell’udito, programma un consulto con un audioprotesista non appena possibile. L’audioprotesista sarà in grado di consigliarti il percorso terapeutico migliore per continuare a godere di un udito in buona salute.

Con te nel tuo viaggio verso un udito migliore.

È ora di affrontare il problema della tua perdita di udito. Iscriviti oggi stesso per avere un consulto con un audioprotesista autorizzato e capire se soffri di ipoacusia. È l’inizio del tuo viaggio verso un udito migliore.

I vantaggi di EarPros:

  • È privo di rischi al 100%.
  • È il miglior partner con più di 1.000 negozi

Utilizza un codice postale valido.

Utilizza un codice postale valido.

Grazie per aver inviato la tua richiesta

Ci metteremo in contatto con te non appena possibile.

Salute dell’udito

Glossario sulla salute dell’udito

Per saperne di più

Salute dell’udito

5 semplici esercizi per le vertigini

Per saperne di più

Salute dell’udito

Ipoacusia conduttiva e ipoacusia neurosensoriale

Per saperne di più

Hearing health

Hearing loss: age timeline

Per saperne di più
Fissa un consulto gratuito sugli apparecchi acustici