Cosa può significare quel ronzio nelle orecchie

Se soffri di rumori o ronzii costanti nelle orecchie (noti anche con il nome di acufeni), è importante capire se derivano da un danno subito dalle cellule ciliate sensoriali presenti nella coclea. Il ronzio nell’orecchio può essere forte o lieve, e di solito si avverte di più quando sei seduto in silenzio.

Ma che cosa provoca questo ronzio nelle orecchie? Una delle cause dell’acufene è un disturbo della coclea, quella parte dell’orecchio interno che assomiglia al guscio di una chiocciola ed è responsabile della trasformazione delle vibrazioni sonore in messaggi neurali diretti al cervello.

Alcuni sintomi dell’acufene sono:

  • Ronzii
  • Sibili
  • Fischi
  • Fruscii
  • Pulsazioni
  • Soffi

Uno o più di questi suoni per una durata di almeno cinque minuti alla volta (o costantemente) indicano la presenza di acufene. L’acufene può essere di lieve entità fino a diventare estremamente fastidioso. Il suono può essere avvertito in uno o in entrambe le orecchie. In generale, si nota di più durante la notte.

Modi per alleviare l’acufene

Ci sono alcune cose da fare e da non fare per alleviare i sintomi dell’acufene:

COSE DA FARE:

  1. Provare lo yoga, che può aiutare a calmare e ad alleviare le tensioni
  2. Distrarsi ascoltando della musica rilassante
  3. Seguire scrupolosamente una routine sonno-veglia in modo da dormire a sufficienza
  4. Cercare un supporto psicologico parlando con altre persone di come hanno affrontato questo problema
  5. Evitare caffeina, nicotina, alcol e aspirina

COSE DA NON FARE:

  1. Sedersi in silenzio quando si avverte l’acufene: è meglio cercare di distrarsi in qualunque modo possibile

Quali sono le cause dell’acufene?

Molto spesso, l’acufene è collegato all’ipoacusia. Altre cause possono essere il diabete, la sclerosi multipla, i disturbi alla tiroide, l’ansia, gli effetti collaterali di alcuni farmaci o alcune patologie dell’orecchio interno (una in particolare, nota come sindrome di Ménière, causa anche vertigini e capogiri).

Altre possibili cause dell’acufene sono:

  1. Esposizione costante a forti rumori
  2. Trauma cranico o commozione cerebrale
  3. Accumulo di cerume nel canale uditivo
  4. Sovradosaggio di caffeina
  5. Uso eccessivo di aspirina

Riuscire a identificare la causa è importante. In alcuni casi, l’acufene può andare via da solo. In altri casi, può essere più persistente. Per i casi a lungo termine esistono delle opzioni da prendere in considerazione e che potrebbero rivelarsi utili.

Affrontare l’acufene

Agopuntura

L’agopuntura e altre pratiche di medicina alternativa sembrerebbero alleviare i sintomi dell’acufene. Questo metodo ha contribuito ad alleviare l’acufene attenuando o eliminando completamente il ronzio.

Terapia cognitivo-comportamentale (CBT)

La CBT ha dimostrato di essere uno dei trattamenti più efficaci, in quanto aiuta a “ristrutturare” la mente e ad adattarsi ai sintomi. La CBT ha aiutato ad alleviare i sintomi associati di depressione e ansia che possono accompagnare il ronzio associato all’acufene.

Uso di un apparecchio acustico

Un’altra opzione, se si supera la valutazione da parte di un professionista sanitario abilitato, è quella di utilizzare un apparecchio acustico. Questi dispositivi aiutano ad amplificare i rumori esterni ed essenzialmente mascherano in tal modo i rumori prodotti dall’acufene.

Gli apparecchi acustici sono l’opzione di trattamento più appropriata se l’acufene è accompagnato da ipoacusia.

Pulizia auricolare eseguita da un professionista

Come accennato in precedenza, se l’acufene è causato da un eccesso di cerume, vale la pena di recarsi da un operatore sanitario (il più delle volte sarà un medico) per una pulizia del canale uditivo.

Per rimuovere il cerume dal canale vengono utilizzati un microscopio e un piccolo strumento di pulizia. In casi come questi, è meglio far pulire professionalmente il canale uditivo anziché farlo a casa.

Evitare a ogni costo i bastoncini cotonati; questi possono infatti spingere ulteriormente in profondità il cerume nel canale uditivo, peggiorando la situazione.

Accanto a questi metodi comuni per affrontare l’acufene, è stato dimostrato che l’uso di cuffie o tappi per le orecchie e l’ascolto di un leggero sottofondo musicale alleviano i sintomi dell’acufene e diminuiscono l’ansia.

Con te nel tuo viaggio verso un udito migliore.

È ora di affrontare il problema della tua perdita di udito. Iscriviti oggi stesso per avere un consulto con un audioprotesista autorizzato e capire se soffri di ipoacusia. È l’inizio del tuo viaggio verso un udito migliore.

I vantaggi di EarPros:

  • È privo di rischi al 100%.
  • È il miglior partner con più di 1.000 negozi

Utilizza un codice postale valido.

Utilizza un codice postale valido.

Grazie per aver inviato la tua richiesta

Ci metteremo in contatto con te non appena possibile.

Salute dell’udito

Come debellare le infezioni all’orecchio

Per saperne di più

Salute dell’udito

Come eliminare il ronzio nelle orecchie

Per saperne di più

Salute dell’udito

L’ipoacusia e il suo impatto sociale

Per saperne di più

Hearing health

Does your insurance cover hearing aids?

Per saperne di più
Fissa un consulto gratuito sugli apparecchi acustici