Vertigini

La parola "vertigini" è un termine generico per descrivere un gruppo di impressioni relative alla sensazione di svenimento, debolezza o instabilità. Le vertigini colpiscono praticamente ogni persona e si verificano quando il cervello riceve messaggi contrastanti dai sistemi che controllano l’equilibrio.

Il termine vertigini viene spesso usato per descrivere:

  • Vertigini - la sensazione di movimento che riguarda te o l’ambiente intorno a te.
  • Stordimento - la sensazione di stare per svenire.
  • Instabilità - la sensazione di star per cadere o di aver perso la coordinazione o l’equilibrio sia stando fermi che camminando.

Il sistema di equilibrio del corpo funziona attraverso un processo costante di rilevamento della posizione, con tanto di feedback e regolazione: questo si ottiene utilizzando un elaborato sistema di comunicazione tra il sistema vestibolare (un insieme complesso di canali pieni di liquido nell'orecchio interno che raccontano al cervello la direzione e la velocità del movimento), gli occhi, i muscoli, le articolazioni e il cervello.

Il tuo cervello riceve le informazioni da queste fonti, le elabora e le combina insieme in modo da mantenere le funzioni di visione, movimento e coordinazione in modo corretto, senza che tu ci debba pensare. L'interruzione tra la ricezione e l'interpretazione delle informazioni provoca le vertigini – diamo ora un'occhiata alle prime 5 cause:

Le 5 cause principali delle vertigini

1. Infezioni o disturbi dell'orecchio interno

Il sistema vestibolare nell'orecchio interno è progettato per inviare informazioni sulla posizione della testa al cervelletto, il centro di controllo del movimento del cervello.

La funzionalità del sistema vestibolare può peggiorare con l'età e può essere influenzata da malattie e/o lesioni.

Una semplice infezione virale, come il raffreddore o l'influenza, è la causa più comune di un episodio improvviso di vertigini. Se questa infezione si diffonde nell'orecchio interno o nel nervo che trasporta le informazioni relative all'equilibrio dall'orecchio al cervello, questa può causare l'interruzione delle informazioni e conseguenti incantesimi da capogiro.

Le infezioni più gravi, come la meningite, possono causare problemi di equilibrio, così come a provocarle possono essere gli antibiotici usati proprio per trattarle.

2. Vertigine parossistica posizionale benigna

La BPPV è un disturbo dell'equilibrio molto comune. Provoca brevi episodi di vertigine quando si cambia la posizione della testa.

Si pensa che la BPPV si verifichi quando piccoli cristalli di calcio all'interno dell'orecchio interno vengono spostati e si spostano dalla parte dell'orecchio che rileva la gravità alla parte che rileva la posizione della testa.

La BPPV può verificarsi in modo casuale lungo tutto il ciclo di vita, ma è spesso associata a un trauma cranico. Nella maggior parte dei casi, i sintomi della BPPV possono essere migliorati da un professionista specializzato sulla perdita dell'udito grazie a una semplice tecnica di trattamento, la manovra "Epley".

La persona viene guidata a compiere una serie di posizioni della testa che sposta i cristalli di cui sopra in un'altra parte dell'orecchio interno, dove non causano problemi di equilibrio.

3. La malattia di Ménière

La malattia di Ménière è una condizione in cui una serie di sintomi ricorrenti (in particolare vertigini, ronzii nell'orecchio e perdita dell'udito) portano a una quantità anomala di un fluido chiamato endolinfia nell'orecchio interno. Questa sindrome colpisce comunemente un solo orecchio.

Sfortunatamente, la malattia di Ménière non è curabile, e si presenta con sintomi e sviluppi diversi da persona a persona. Gli episodi possono durare da alcuni minuti a 24 ore. Alcuni dei sintomi possono tuttavia, essere gestiti attraverso la dieta e i farmaci. I nostri specialisti possono collaborare con te per trovare il trattamento più adatto al tuo caso specifico.

4. Lesioni alla testa

Le lesioni alla testa sono un'altra delle cause della perdita dell'udito e possono provocare vertigini e disturbi dell'equilibrio come la BPPV. I sintomi che seguono dipendono spesso dalla gravità del trauma e possono andare ad aggravare condizioni preesistenti.

Se soffri di vertigini in seguito a un trauma cranico (preesistente o meno), dovresti consultare uno specialista il più presto possibile.

5. Colesteatoma

Il colesteatoma è una raccolta anomala di cellule della pelle che cresce nell'orecchio medio, dietro il timpano. Questi possono continuare a crescere e iniziare a danneggiare e persino a distruggere le delicate ossa dell'orecchio medio. Anche i colesteatomi possono svilupparsi a seguito di infezioni ripetute.

In alcuni casi, la crescita incontrollata di un colesteatoma può causare perdita dell'udito, vertigini e, in casi gravi, paralisi dei muscoli facciali. È fondamentale consultare al più presto uno specialista della salute se sospetti di soffrire di sviluppo di colesteatoma poiché l'erosione ossea può causare la diffusione dell'infezione nell'orecchio interno e infine nel cervello (che può essere grave).

Come vengono trattate le vertigini?

Il trattamento che ricevi dipende interamente dai sintomi di cui soffri. È importante lavorare con un operatore sanitario esperto che possa aiutarti a identificare le cause sottostanti ai sintomi e i percorsi di trattamento ottimali per te.

I farmaci anti-nausea sono spesso prescritti come i sedativi vestibolari per alleviare le vertigini. Questi farmaci non dovrebbero essere prescritti a lungo termine in quanto potrebbero effettivamente prolungare il recupero naturale dalla condizione.

Colesteatoma

Il colesteatoma è una raccolta anomala di cellule della pelle che cresce nell'orecchio medio, dietro il timpano. Questi possono continuare a crescere e iniziare a danneggiare e persino a distruggere le delicate ossa dell'orecchio medio.

1. Infezioni o altri disturbi dell'orecchio interno

Il sistema vestibolare nell'orecchio interno è progettato per inviare informazioni sulla posizione della testa al centro di controllo del movimento del cervello, il cervelletto.

La funzionalità del sistema vestibolare può diminuire con l'età e può anche essere influenzata da malattie e/o lesioni.

Una semplice infezione virale, come il raffreddore o l'influenza, è la causa più comune di un episodio improvviso di vertigini. Se questa infezione si diffonde nell'orecchio interno o nel nervo che trasporta le informazioni relative all'equilibrio dall'orecchio al cervello, questa può causare l'interruzione delle informazioni e conseguenti incantesimi da capogiro.

Le infezioni più gravi, come la meningite, possono causare problemi di equilibrio, così come a provocarle possono essere gli antibiotici usati proprio per trattarle.

2. Vertigine parossistica posizionale benigna (BPPV)

La BPPV è un disturbo dell'equilibrio molto comune. Provoca brevi episodi di vertigine quando si cambia la posizione della testa.

Si pensa che la BPPV si verifichi quando piccoli cristalli di calcio all'interno dell'orecchio interno vengono spostati e si spostano dalla parte dell'orecchio che rileva la gravità alla parte che rileva la posizione della testa.

La BPPV può verificarsi in modo casuale lungo tutto il ciclo di vita, ma è spesso associata a un trauma cranico. Nella maggior parte dei casi, i sintomi della BPPV possono essere migliorati da un professionista specializzato sulla perdita dell'udito grazie a una semplice tecnica di trattamento, la manovra "Epley".

La persona viene guidata a compiere una serie di posizioni della testa che sposta i cristalli di cui sopra in un'altra parte dell'orecchio interno, dove non causano problemi di equilibrio.

3. Sindrome Ménière

La malattia di Ménière è una condizione in cui una serie di sintomi ricorrenti (in particolare vertigini, ronzii nell'orecchio (acufene) e perdita dell'udito) portano alla produzione di una quantità anomala di un fluido chiamato endolinfia nell'orecchio interno. Colpisce comunemente solo un orecchio.

Sfortunatamente, la malattia di Ménière non è curabile, e presenta sintomi e sviluppi diversi da persona a persona. Gli episodi possono durare da alcuni minuti a 24 ore. Alcuni dei sintomi possono tuttavia essere gestiti grazie a una dieta specifica o una cura farmacologica. I nostri specialisti possono collaborare con te per determinare il trattamento più adatto al tuo caso specifico.

4. Lesioni alla testa

Le lesioni alla testa sono un'altra delle cause che possono portare alla perdita dell'udito o provocare vertigini e disturbi dell'equilibrio come la BPPV. I sintomi che seguono all’evento spesso dipendono dalla gravità del trauma e possono concorrere ad aggravare condizioni preesistenti.

Se soffri di vertigini a seguito di un trauma cranico (preesistente o meno), dovresti consultare il tuo specialista sanitario il prima possibile.

5. Colesteatoma

Il colesteatoma è una raccolta anomala di cellule della pelle che cresce nell'orecchio medio, dietro il timpano. Questi possono continuare a crescere e iniziare a danneggiare e persino a distruggere le delicate ossa dell'orecchio medio. Anche i colesteatomi possono svilupparsi a seguito di infezioni ripetute.

In alcuni casi, la crescita incontrollata di un colesteatoma può causare perdita dell'udito, vertigini e, in casi gravi, paralisi dei muscoli facciali. È fondamentale consultare al più presto uno specialista della salute se sospetti di soffrire di sviluppo di colesteatoma poiché l'erosione ossea può causare la diffusione dell'infezione nell'orecchio interno e infine nel cervello (che può essere grave).

Prenota un consulto gratuito sugli apparecchi acustici