Più di 7 milioni di italiani soffrono di deficit uditivi, ma solo il 20% di essi utilizza apparecchi acustici. Perché così tante persone preferiscono convivere con un problema di udito invece di cercare un rimedio?

Le considerazioni economiche talvolta giocano un ruolo importante, così come la convinzione che indossando un apparecchio acustico si diventi “vecchi”.  Sono però disponibili soluzioni di finanziamento per chi non può permettersi degli apparecchi acustici e l’idea che questi dispositivi siano solo per gli anziani sta svanendo lentamente ma inesorabilmente, così come è scomparso da tempo lo stigma degli occhiali.

Alcune persone possiedono apparecchi acustici ma non li utilizzano perché non sono stati adattati in modo corretto oppure non sono dotati delle caratteristiche adatte. Se ti rivolgerai ad un tecnico audioprotesista capace di individuare le tue esigenze di ascolto e di valutare al meglio la tua capacità uditiva, insieme a lui potrai confrontare i vari apparecchi acustici adatti a te. Una coppia di giusti apparecchi acustici aumenta notevolmente le probabilità di utilizzare questi dispositivi per migliorare non solo l’udito, ma anche la qualità della vita.

Tipologie di apparecchi acustici

Con tanti marchi e stili di apparecchi acustici sul mercato, la scelta di un modello specifico può sembrare un’impresa impossibile. Iniziamo confrontando le quattro tipologie principali di apparecchi acustici e selezionando quella in grado di trattare più efficacemente l’ipoacusia di cui soffri e di rispondere alle tue esigenze estetiche.

Le quattro tipologie di apparecchi acustici sono:

Apparecchi acustici retroauricolari (BTE)

Gli apparecchi acustici retroauricolari (BTE) sono il tipo più grande di apparecchio acustico. Il L’involucro dell’apparecchio, che ospita il microfono, il ricevitore e il processore, si appoggia dietro il padiglione auricolare, mentre la chiocciola, collegata all’involucro da un tubicino, si inserisce nel condotto uditivo. Utilizzati per qualsiasi grado di ipoacusia, gli apparecchi acustici retroauricolari vantano molte caratteristiche che gli apparecchi acustici endoauricolari più piccoli non possono offrire, come i microfoni direzionali e le batterie ricaricabili.

Apparecchi acustici con ricevitore nel canale (RIC)

Gli apparecchi acustici con ricevitore nel condotto (RIC) sono un tipo di apparecchio retroauricolare di dimensioni inferiori che utilizza un filo elettrico per collegare la parte principale del dispositivo a una cupolina morbida che viene inserita all’interno del condotto uditivo. A differenza dei tradizionali apparecchi retroauricolari, il ricevitore, ossia l’altoparlante, di un apparecchio acustico RIC si trova all’estremità del filo, vicino al timpano, in modo da produrre un suono di alta qualità con minori perdite di trasmissione. Quasi il 90% di tutti gli apparecchi acustici sono del tipo RIC.

Apparecchi acustici intrauricolari (ITE)

Gli apparecchi acustici endoauricolari (ITE) vengono applicati nel padiglione dell’orecchio esterno. Più piccoli degli apparecchi retroauricolari, gli apparecchi acustici endoauricolari hanno involucri di materiale plastico rigid a nanotecnologia realizzati su misura per adattarsi all’orecchio di chi li indossa.

Apparecchi acustici endocanalari (ITC)

Gli apparecchi acustici endoauricolari (ITC) sono realizzati su misura per essere alloggiati all’interno del canale uditivo, mentre resta visibile solo il frontalino esterno con i pulsanti di comando. Le dimensioni ridotte degli apparecchi acustici endocauricolari li rendono estremamente discreti, ma limitano anche il numero di funzionalità disponibili.

Gli apparecchi acustici endoauricolari sono i più piccoli apparecchi acustici disponibili in commercio. Si inseriscono completamente nel canale uditivo e possono essere notati solo se si osserva l’orecchio molto da vicino. 

Gli apparecchi acustici endocanalari invisibili sono i più piccoli apparecchi acustici disponibili in commercio. Si inseriscono completamente nel canale uditivo e possono essere notati solo se si osserva l’orecchio molto da vicino. 

Siamo qui per aiutarti!

Aiutaci a trovare la migliore soluzione per te.

Per chi stai cercando informazioni?

Possiedi già degli apparecchi acustici?

Hai mai fatto un test dell'udito?

Da quanto tempo possiedi i tuoi apparecchi acustici?

Saresti interessato a degli apparecchi acustici nuovi?

Quanto ti limita la perdita dell'udito nella vita?

Quanto rapidamente vorresti migliorare il tuo udito?

Qual è la tua posizione lavorativa attuale?

Quanti anni hai?

Inserisci il tuo codice postale:

Per favore, utilizza un codice postale valido.

Utilizza un codice postale valido.

Inserisci il tuo nome completo:

Lasciaci i tuoi contatti:

Grazie!

Ti contatteremo al più presto per fissare un appuntamento.

Funzionalità degli apparecchi acustici

L’elemento più importante da considerare per un apparecchio acustico è quanto riesce a migliorare il tuo udito. L’elemento immediatamente successivo in ordine di importanza è il comfort. Se la sensazione che provi quando indossi gli apparecchi acustici non ti piace, probabilmente finirai per non usarli. Se ti senti a tuo agio con un particolare modello di apparecchio acustico e ti senti soddisfatto delle sue prestazioni, il passo successivo è esplorare le altre funzionalità che può offrirti. È dotato di connettività wireless, microfoni direzionali oppure di funzione telecoil da usare con i sistemi di ascolto assistito. Scegli l’apparecchio acustico dotato delle funzioni aggiuntive che intendi utilizzare, in base alle tue esigenze e ai suggerimenti del tecnico audioprotesista. 

Come confrontare gli apparecchi acustici

La ricerca dei modelli e delle funzionalità degli apparecchi acustici ti fornisce molte informazioni di base, ma per confrontare davvero gli apparecchi acustici dovrai provarli. La maggior parte degli audioprotesisti autorizzati dispone nel proprio studio di modelli dimostrativi che potrai indossare, e in alcuni casi è persino possibile portare a casa un modello da provare per un breve periodo. 

1. La prima volta che li indossi

La prima volta che ascolti i suoni con un apparecchio acustico, ti sembreranno più forti del previsto. L’apparecchio acustico amplifica i suoni in modo che tu possa sentirli meglio. All’inizio indossare un apparecchio acustico ti potrà sembrare strano, ma dopo un po’ di tempo la maggior parte delle persone si adatta bene ai suoni amplificati.

2. Prova ad ascoltare la voce di persone care

Un modo per valutare la qualità dei tuoi apparecchi acustici è ascoltare la voce di un amico o di un familiare. La loro voce potrà sembrarti più forte e diversa da quella a cui sei abituato, perché è il microfono dell’apparecchio acustico a captare il suono e a trasmetterlo attraverso gli altoparlanti. Chiedi alla persona di ripetere una frase o un brano specifico in modo da cogliere eventuali irregolarità nella riproduzione dei suoni. Ciò ti consentirà di provare il modo in cui  il tuo apparecchio elabora i suoni intorno a te. 

3. Prendi dimestichezza con i comandi

In passato, i vari modelli di apparecchi acustici avevano comandi del volume e delle impostazioni molto diversi tra loro. Provare i comandi di un apparecchio acustico per determinare la loro facilità d’uso faceva parte del processo di selezione. Oggi invece la maggior parte degli apparecchi acustici sul mercato ha un solo pulsante al posto di tanti comandi. La maggioranza degli apparecchi acustici ha anche la regolazione automatica del volume, quindi non devi preoccuparti di alzare e abbassare il volume manualmente.

Le funzioni speciali e le impostazioni personalizzate degli apparecchi acustici possono essere controllate tramite varie app dal telefono. Sperimenta anche tu queste app per assicurarti che siano intuitive e funzionali. Prova a regolare le varie impostazioni per notare le differenze tra l’una e l’altra. Se possibile, esci dallo studio dell’audioprotesista per valutare l’effetto del vento e degli altri rumori esterni sulle prestazioni di un apparecchio acustico.

4. Esercitati con il vano batteria

Se non scegli un apparecchio acustico ricaricabile, dovrai sostituire le batterie all’occorrenza. Chiedi all’audioprotesista la durata media delle batterie in uso nel tuo apparecchio acustico e che tipo di batterie si utilizzano. Prova ad aprire il vano batteria ed esercitati ad estrarre le batterie e a rimetterle al loro posto. Più piccolo è l’apparecchio acustico, più ridotte sono le dimensioni delle batterie. Se hai difficoltà motorie o di vista, forse è meglio scegliere un apparecchio acustico ricaricabile.

5. Prova l’apparecchio acustico con il telefono

Indossare un apparecchio acustico può cambiare il modo in cui usi il telefono. Potresti scoprire che devi tenere il telefono a un’angolazione diversa, specialmente se indossi un apparecchio acustico retroauricolare o endoauricolare. Telefona a qualcuno per vedere in che modo l’apparecchio acustico riceve l’audio dal telefono e se senti dei fischi dovuti al feedback.

Praticamente tutti gli apparecchi acustici sono in grado di connettersi ai telefoni in modalità wireless tramite Bluetooth. Chiedi all’audioprotesista di mostrarti come collegare l’apparecchio acustico al telefono ed effettua una chiamata per valutare la qualità del suono.

6. Informati sugli accessori

Gli “accessori” per apparecchi acustici sono in realtà dei componenti aggiuntivi importanti che contribuiscono a migliorare l’utilizzo di questi dispositivi e ottimizzarne le prestazioni. Gli accessori per deumidificare gli apparecchi acustici durante la notte, per la pulizia e per la protezione dei microfoni dal cerume dovrebbero essere dotazioni standard con qualsiasi apparecchio acustico acquistato.

7. Porta a casa un apparecchio acustico per un periodo di prova

Forse il modo migliore per confrontare gli apparecchi acustici è portarli a casa e usarli per alcuni giorni. Se l’audioprotesista propone un periodo di prova, approfitta di questa opportunità. Può essere necessario un po’ di tempo per adattarsi all’ascolto con un apparecchio acustico; per questo motivo, un periodo di prova a casa ti aiuterà a stabilire se hai scelto il tipo e il modello giusto e se hai intenzione di utilizzare eventuali funzioni extra.

Le domande da fare quando si valuta un apparecchio acustico

  1. Questo apparecchio acustico è resistente all’acqua?
  2. Di che tipo di garanzia è dotato questo apparecchio acustico?
  3. Qual è la durata media prevista per questo tipo di apparecchio acustico?
  4. Come si pulisce questo apparecchio acustico?
  5. Quali altre funzioni supplementari sono previste con questo modello?
  6. Qual è la durata media prevista della batteria?
  7. Quanto è resistente agli urti?
  8. L’apparecchio acustico necessita periodicamente di “messe a punto” o pulizie specifiche?

Scopri di più sugli apparecchi acustici

Vuoi tornare a sentirci? EarPros ti può aiutare!

Registrati per ottenere subito una consulenza gratuita con un audioprotesista abilitato per determinare se soffri di perdita dell'udito.

I benefici di EarPros:

  • Oltre 1.000 punti vendita
  • Audioprotesisti preparati
  • Consulenza gratuita

Please use a valid US zipcode.

Per favore usa un CAP valido.

Grazie per averci contattati

Ti chiameremo il prima possibile per organizzare l'appuntamento.
Fissa un consulto gratuito sugli apparecchi acustici