Cos’è L’otorrea E Come Evitare La Secrezione Dalle Orecchie

In questo articolo affronteremo una problematica che non va mai sottovalutata, perché ha delle conseguenze importanti anche sulle capacità uditive: stiamo parlando dell’otorrea, ossia la fuoriuscita di liquido dalle orecchie. Scopriremo cos’è, quando si verifica e come guarirla.

Otorrea: cos’è

L’otorrea è la secrezione auricolare, ossia la perdita di liquido dalle orecchie. Queste perdite possono essere di vario tipo, a seconda delle cause che le hanno generate: può fuoriuscire materiale acquoso oppure denso e biancastro, perdite di sangue, fino al vero e proprio pus.

Normalmente questo fenomeno è associato a molteplici sintomi:

  • Instabilità e vertigini;
  • Secrezione dall’orecchio;
  • Dolore in uno o in entrambe le orecchie;
  • Presenza di pus;
  • Udito ovattato;
  • Sensazione di pressione costante all’interno dell’orecchio;
  • Acufeni; 
  • Abbassamento dell’udito;
  • Febbre;
  • Dolore durante la masticazione;
  • Prurito all’orecchio.

Quando si arriva a questa condizione, significa che c’è un’infezione in corso e che quindi le cause scatenanti il problema non sono state curate a sufficienza.

Le cause principali

Generalmente l’otorrea si verifica a seguito dell’acutizzazione di un’infiammazione, dovuta ad un’otite.  In particolare, la secrezione auricolare può essere causata da:

  • Otite media con perforazione del timpano e/o colesteatoma;
  • Otite esterna con infezione dell’orecchio esterno, detta anche “orecchio del nuotatore
  • Otoliquorrea, il caso più grave, in cui il liquido dalle orecchie esce anche a seguito di un tumore al condotto uditivo o una lesione alla base del cranio; in questi casi può contenere anche tracce di liquido cerebrospinale.
  • Otorrea cronica può invece essere causata da varie problematiche, quali una dermatite da contatto, da un’allergia o da una formazione neoplastica;
  • Allergia;
  • Errata o scarsa pulizia del condotto uditivo, con conseguente accumulo eccessivo di cerume;
  • Labirintite, ovvero, infiammazione del nervo vestibolare che invia al cervello informazioni sullo spazio e sul controllo dell’equilibrio. Può essere diffusa o circoscritta;
  • Mastoidite, un’infezione batterica del mastoide (osso che si trova dietro l’orecchio) costituito da spazi d’aria che aiutano a ventilare l’orecchio medio;
  • Adenoidite, infiammazione e ingrossamento delle adenoidi (tonsille faringee);
  • Lacerazione del timpano a causa di forti sbalzi di pressione oppure, a causa di rumori eccessivamente forti;
  • Polipi auricolari;
  • Dermatiti dell’orecchio;
  • Micosi dell’orecchio.

Test dell’udito, gratis e vicino casa

Vuoi tornare a sentire? Prenota un test dell’udito nel centro più vicino a casa tua, gratuitamente e senza impegno. Lascia i tuoi recapiti per essere ricontattato ed eseguire un test dell’udito gratis nella tua città. 

I benefici di EarPros:

  • Oltre 1.000 punti vendita
  • Audioprotesisti preparati
  • Consulenza gratuita
  • Prova gratuita dell’apparecchio acustico

Please use a valid US zipcode.

Per favore usa un CAP valido.

Grazie per averci contattati

Ti chiameremo il prima possibile per organizzare l'appuntamento.

Otorrea nei bambini

L’otorrea è molto frequente nei bambini. Ciò è dovuto al fatto che la particolare conformazione delle orecchie dei più piccoli li espone a una maggiore probabilità di contrarre vari tipi di otiti, ma questa non è l’unica causa. Nei bambini è più facile che venga introdotto un corpo estraneo nell’orecchio, spesso all’insaputa dei genitori, il che può causare una brutta infezione, con conseguente fuoriuscita di liquido.

Per fortuna, nella gran parte dei casi si tratta di un sintomo passeggero e che può essere curato facilmente, seguendo la cura del pediatra, generalmente a base di antibiotici.

Farmaci per curare l'otorrea

Chi manifesta anche solo un episodio di otorrea deve necessariamente contattare un medico specialista, che effettuerà una serie di esami volti a evidenziare la causa principale di questa secrezione auricolare.

Solo una volta individuato il motivo, si potrà procedere alla prescrizione dei farmaci più adatti a curare lo specifico problema e quindi, di conseguenza, eliminare la fuoriuscita di liquido.

È molto importante evitare l’ingresso di acqua nelle orecchie sia prima che durante il trattamento farmacologico, al fine di non peggiorare ulteriormente la situazione.

Rimedi naturali

L’otorrea è la manifestazione di uno stadio già avanzato dell’infezione, pertanto è da escludere la possibilità di curare le secrezioni auricolari con rimedi naturali. Il rischio è di compromettere ulteriormente la situazione, arrivando a conseguenze molto gravi quali la paresi facciale e la perdita di udito.

Esistono delle accortezze da mettere in pratica per prevenire l’otorrea:

  • Ricorrere all’utilizzo di tappi per le orecchie quando si prende un aereo o quando ci si reca in luoghi eccessivamente rumorosi;
  • Tenere il condotto uditivo pulito senza eccedere con l’utilizzo dei cotton fioc;
  • Dopo la doccia, o dopo aver fatto un bagno al mare o, ancora, un allenamento in piscina, è buona abitudine cercare di far fuoriuscire eventuali residui d’acqua, dal momento che quest’ultima provoca un indebolimento delle pareti del canale uditivo, rendendolo terreno fertile per batteri e funghi.