L’ipoacusia e la sordità sono due problematiche molto comuni che si possono presentare in tutti i soggetti, adulti e bambini, con una maggior incidenza nella popolazione più anziana. Le nuove tecnologie hanno permesso di fare grandi passi avanti, grazie ad apparecchi acustici di ogni genere e interventi chirurgici, in modo da trattare questa patologia e questi disturbi nel migliore dei modi e garantire ai soggetti che ne soffrono un’esperienza di ascolto senza limiti e difficoltà.

Sia l'ipoacusia, o perdita dell’udito, che la sordità sono riconosciute tra le patologie che permettono di accedere all’invalidità civile.

Che cosa è l’ipoacusia?

L’ipoacusia consiste in una diminuzione marcata della capacità uditiva e della percezione dei suoni causata dal danneggiamento di uno o più componenti dell’apparato uditivo. Può colpire una o entrambe le orecchie (monolaterale o bilaterale) e creare difficoltà nella percezione di suoni e nella comprensione di dialoghi e discorsi. Esistono diversi tipi di ipoacusia e i soggetti più fragili sono sicuramente gli anziani a causa di un invecchiamento fisiologico dell’organo uditivo. Talvolta può essere presente fin dalla nascita e parzialmente risolvibile con l’utilizzo di apparecchi acustici o impianti.

I traumi acustici e l’esposizione a forti rumori o pressioni sonore possono provocare ipoacusie temporanee o, in alcuni casi, permanenti dal momento in cui le cellule ciliate, responsabili della percezione e trasmissione del suono, potrebbero danneggiarsi in modo irreversibile. 

Classificazione dell’ipoacusia: differenza rispetto alla sordità

Secondo la classificazione fornita dall’art.2 della legge n.95 del 20 febbraio 2006 il soggetto sordo corrisponde a una persona affetta da minorazione sensoriale dell’apparato uditivo determinata da una sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che ha compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato.

La sordità dà diritto a:

  • riconoscimento di un’invalidità civile da parte dello stato;
  • prestazioni specialistiche gratuite;
  • esenzione dal ticket per i farmaci;
  • fornitura gratuita di apparecchi acustici.

La differenza principale tra ipoacusia e sordità risiede nel fatto che l’ipoacusia causa una perdita parziale dell’udito che può compromettere la percezione di suoni con frequenze di intensità inferiore a 95 dB; la sordità, invece, può causare una perdita uditiva totale (frequenze di intensità superiore a 95 dB).

Punteggio di invalidità civile INPS per sordità

Il Decreto Ministeriale del 5 febbraio 1992 contiene tutte le informazioni necessarie a comprendere quale sia il punteggio di invalidità civile INPS. All’interno del documento sono presentate tutte le menomazioni che comportano una percentuale di invalidità permanente e che permettono di accedere all’invalidità civile INPS.

Sono di seguito riportati i codici delle patologie a carico dell’apparato uditivo con i relativi punteggi:

CODICE

MENOMAZIONE

PUNTI INVALIDITÀ

4001

ACUFENI DI FORTE INTENSITÀ DA OLTRE 3 ANNI 

2

4002

LESIONE DI ENTRAMBI I PADIGLIONI AURICOLARI

21

4003

LESIONE DI UN SOLO PADIGLIONE AURICOLARE 

13

4004

PERDITA UDITIVA BILATERALE SUPERIORE A 275 dB NELL’ORECCHIO MIGLIORE

65

4005

PERDITA UDITIVA MONO E BILATERALE PARI O INFERIORE A 275 dB

da 0 a 59

4008

SORDOMUTISMO O SORDITÀ PRELINGUALE CAUSATA DA PERDITA UDITIVA 

80

4009

STENOSI SERRATA BILATERALE DEL CONDOTTO UDITIVO

16

4010

STENOSI SERRATA MONOLATERALE DEL CONDOTTO UDITIVO

11

4012

TIMPANOPATIA BILATERALE

30

4013

TIMPANOPATIA MONOLATERALE

15

4201

OTITE CRONICA BILATERALE

20

4202

OTITE CRONICA MONOLATERALE

10

  • CODICE

    • 4001

    • 4002

    • 4003

    • 4004

    • 4005

    • 4008

    • 4009

    • 4010

    • 4012

    • 4013

    • 4201

    • 4202

  • MENOMAZIONE

    • ACUFENI DI FORTE INTENSITÀ DA OLTRE 3 ANNI 

    • LESIONE DI ENTRAMBI I PADIGLIONI AURICOLARI

    • LESIONE DI UN SOLO PADIGLIONE AURICOLARE 

    • PERDITA UDITIVA BILATERALE SUPERIORE A 275 dB NELL’ORECCHIO MIGLIORE

    • PERDITA UDITIVA MONO E BILATERALE PARI O INFERIORE A 275 dB

    • SORDOMUTISMO O SORDITÀ PRELINGUALE CAUSATA DA PERDITA UDITIVA 

    • STENOSI SERRATA BILATERALE DEL CONDOTTO UDITIVO

    • STENOSI SERRATA MONOLATERALE DEL CONDOTTO UDITIVO

    • TIMPANOPATIA BILATERALE

    • TIMPANOPATIA MONOLATERALE

    • OTITE CRONICA BILATERALE

    • OTITE CRONICA MONOLATERALE

  • PUNTI INVALIDITÀ

    • 2

    • 21

    • 13

    • 65

    • da 0 a 59

    • 80

    • 16

    • 11

    • 30

    • 15

    • 20

    • 10

Il punteggio di invalidità per la sordità, come riportato in tabella, può variare – in base al deficit uditivo di cui soffre la persona in assenza del supporto di protesi acustiche o dispositivi - da un minimo di 0 (zero) fino a un massimo di 58.5 punti percentuali.  

Per quanto riguarda la sordità monolaterale è opportuno sottolineare che questa viene valutata con un punteggio di invalidità civile uguale a 15 punti percentuali, mentre a quella bilaterale viene invece attribuito un punteggio fino al 58,5%.

Test dell’udito, gratis e vicino casa

Vuoi tornare a sentire? Prenota un test dell’udito nel centro più vicino a casa tua, gratuitamente e senza impegno. Lascia i tuoi recapiti per essere ricontattato ed eseguire un test dell’udito gratis nella tua città.

I benefici di EarPros:

  • Oltre 1000 centri in tutta Italia
  • Audioprotesisti preparati
  • Consulenza gratuita
  • Prova gratuita per 30 giorni

Please use a valid US zipcode.

Per favore usa un CAP valido.

Grazie per averci contattati

Ti chiameremo il prima possibile per organizzare l'appuntamento.

Punteggio sordità e ipoacusia da malattia professionale o infortunio sul lavoro

Gli infortuni sul lavoro e le malattie causate dalla propria professione possono comportare danni permanenti all’apparato uditivo dei lavoratori, dando origine a ipoacusia e sordità. L’INAIL ha predisposto delle tabelle per il calcolo dell’invalidità permanente.

Di seguito la tabella di riferimento.

CODICE

MENOMAZIONE

PUNTI INVALIDITÀ

310

SORDITA COMPLETA UNILATERALE

12

311

SORDITÀ COMPLETA BILATERALE

50

312

DEFICIT UDITIVO BILATERALE PARZIALE

Allegato 1

313

ACUFENI

Allegato 1

314

VERTIGINE PAROSSISTICA POSIZIONALE

fino a 4

315

SINDROME LABIRINTICA BEN COMPENSATA

fino a 5

316

SINDROME LABIRINTICA MAL COMPENSATA

fino a 10

317

SINDROME VESTIBOLARE CENTRALE DISARMONICA

fino a 18

  • CODICE

    • 310

    • 311

    • 312

    • 313

    • 314

    • 315

    • 316

    • 317

  • MENOMAZIONE

    • SORDITA COMPLETA UNILATERALE

    • SORDITÀ COMPLETA BILATERALE

    • DEFICIT UDITIVO BILATERALE PARZIALE

    • ACUFENI

    • VERTIGINE PAROSSISTICA POSIZIONALE

    • SINDROME LABIRINTICA BEN COMPENSATA

    • SINDROME LABIRINTICA MAL COMPENSATA

    • SINDROME VESTIBOLARE CENTRALE DISARMONICA

  • PUNTI INVALIDITÀ

Per approfondire la percentuale di invalidità in base alla propria perdita uditiva è possibile fare riferimento al documento relativo al Decreto Ministeriale del 12 luglio 2000

Danno biologico per sordità e ipoacusia da incidente stradale

Per quanto concerne il danno biologico permanente, in tema di responsabilità civile derivante dalla circolazione di veicoli a motore e natanti, sono state predisposte delle specifiche tabelle che vengono utilizzate in campo medico legale per attribuire un punteggio di invalidità permanente alle menomazioni derivanti da incidente stradale.

La tabella specifica in riferimento al danno biologico per lesioni dell’apparato uditivo è riportata di seguito. 

MENOMAZIONE

PUNTI INVALIDITÀ

SORDITÀ COMPLETA UNILATERALE

10

SORDITÀ COMPLETA BILATERALE

50